Come la pioggia lungo i vetri

Ogni tanto, le nostre storie sono così. Scivolano, proprio come l'acqua che cerca inutilmente attrito lungo i vetri. Si trasformano in un piano inclinato orientato inconsapevolmente alla caduta, alla vana ricerca di un senso, senza trovarlo. Mi è successo qualche giorno fa. In una prospettiva paradossale, ho vissuto un'esperienza con una persona che nemmeno conosco, e che pretendeva di sapere molte cose di su me. Il suo comportamento scivolava, cercando appigli inesistenti, aggrappandosi alla vacuità di giustificazioni, vuote a loro volta. Allora mi sono chiesta perchè. Perchè, talvolta, le nostre storie, in certi contesti, scivolano così miseramente? Qual è il motore che spinge a farsi così

logo ENSO.JPG
CANALI SOCIAL
  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon
1B - LOGO socio-istruttore2020.jpg

© 2020 Cristina Ferina  - Bodytelling e Bodywork, ricevo a Torino e Castellamonte (TO)