Prenditi il tuo tempo

Si avvicina il mio compleanno; un momento decisivo, ogni anno, per me e la mia natura dinamica. Il movimento è nella mia impronta di nascita: mia mamma, quel fatidico giorno, arrivò al pelo in ospedale, presentandomi al mondo in pochissimo tempo, il suo però. Ho replicato questo schema, non senza conseguenze; in fondo, mi dico spesso, è stato il primo da me conosciuto e sperimentato. Non potevo fare diversamente. Il tempo sostenuto ha sempre accompagnato la mia vita, talvolta allontanandomi dai momenti belli, facendomi prendere decisioni avventate, scivolare, poi rialzare, stanca anche se reattiva, sempre in linea con le richieste, prima di tutto le mie. Esigente e responsabile, non posso ch

Le scelte pungono, all'inizio

Tutte. Le più banali, le più consapevoli, le necessarie, le vitali, perchè, quando si sceglie, si lascia inevitabilmente qualcosa da parte, o indietro. E quel qualcosa di lasciato lì, almeno all'inizio, punge, ricordandoti che, fino ad un attimo prima c'era anche lui. Scegliere è un dilemma nel dilemma, una lotta continua tra istinto e ragione, una battaglia tra il cuore e la razionalità -quel corso di pittura fiamminga è così interessante... però poco funzionale... meglio andare verso qualcosa di più concreto... analisi di mercato... anche se... anche se proprio non mi piace- è così che accade. Che si tratti di una scelta mossa da passione autentica e profonda verso qualcosa che ami tantiss

Il corpo e il rito

Saggio. Aggettivo e sostantivo, significa essere esperti ad un alto livello, sapienti, profondi conoscitori, di una materia specifica, oppure, in senso ampio, della vita. Saggio riporta al Sapere; è quasi immediata l'associazione con la mente, vista, in modo ingannevole, come unico mediatore della conoscenza, che ha l'ambizione di elevarsi al di sopra di tutte le cose. La mente... la si può allenare con lo studio, con la curiosità, con la dedizione ad una certa disciplina, con la costanza. Ma... c'è un ma, anzi, anche più di uno. La mente (si) distrae, riportando al passato o al futuro; la mente "mente", perchè, diciamocelo, siamo tanto bravi a raccontarcela, soprattutto quando non vogliamo

Vibrazioni per un'ottima annata

Non sono quella dei buoni propositi, e l'ho già detto (da perfetta Acquario ascendente Gemelli, aria in aria, ergo un disastro, li disattendo quasi tutti), però mi piacciono le buone vibrazioni, quelle che aleggiano nell'aria senza per forza dover essere associate a qualcosa in particolare, come un obiettivo deciso a tavolino. Partire con le buone vibrazioni: cosa vuol dire, per me. Intanto, avere mente aperta e occhi puntati sul momento presente. Se il mio livello energetico, intenso come integrazione di corpo e psiche, è buono, alto, di qualità, non posso che essere presente, prima di tutto a me stessa, e poi a quello che mi accade intorno, permettendomi di scorgere le opportunità anche do

Equi(libri)smi

Benvenuto 2019! Il primo post dell'anno è dedicato, non ai buoni propositi, non alle diete post festività e non agli inizi, intesi in senso tradizionale. Questo post è per tutti quei momenti in cui, per motivi che non dipendono di certo da un nuovo anno ai blocchi di partenza, è importante agire con equilibrio, e cioè... sempre. Equilibrio, dal latino aequilibrium, vuol dire equo, bilanciato, uno stato a cui si cerca di tendere quotidianamente, ideale per prendere decisioni realistiche, coerenti, ponderate. Uno spazio di sicurezza, possibilmente da potenziare, con piccole scelte da fare momento per momento. Non è il caso, come mi dico spesso, di mettere come priorità la scelta della vita, qu

logo ENSO.JPG
CANALI SOCIAL
  • Facebook Social Icon
  • Instagram Social Icon
1B - LOGO socio-istruttore2020.jpg

© 2020 Cristina Ferina  - Bodytelling e Bodywork, ricevo a Torino e Castellamonte (TO)